El Tintero

El Tintero è probabilmente il chiringuito (bar sulla spiaggia) più unico della zona. È un’esperienza per tutti i sensi. È sicuramente un’esperienza unica che non dimenticherete mai.

Cosa c’è di così unico in El Tintero?

A El Tintero non c’è bisogno di chiedere il menu. Anzi, non c’è nessun menu! Basta trovare un tavolo, sedersi e guardare i piatti di deliziosi frutti di mare, pesce e paella preparati al momento.

Il team di camerieri si aggira gridando i nomi dei piatti che portano. È l’occasione perfetta per vedere l’incredibile varietà di piatti di pesce disponibili. Quando ne vedete uno che vi piace, salutate il camarero e dite: “Sí, por favor!”. (Consigliamo di andare a El Tintero con un gruppo di amici per poter assaggiare un numero ancora maggiore di piatti deliziosi). Consigliamo anche di portare con sé dei tappi per le orecchie, poiché il livello dei decibel si alza a causa delle grida dei camerieri e delle centinaia di clienti che chiacchierano!

waiter in el Tintero with plates of food

Chi visita per la prima volta questo bar sulla spiaggia potrebbe erroneamente pensare che il servizio sia un po’ carente. Gradualmente, i piatti, i bicchieri e le bottiglie vuote cominciano ad accumularsi sul tavolo. I camerieri non li portano mai via. Perché? Beh, quando arriva il momento di pagare il conto, bisogna attirare l’attenzione del ragazzo che cammina gridando “QUÉ YO COBRO!” (letteralmente “che faccio pagare”). (letteralmente “che faccio pagare”). Si avvicina al vostro tavolo, conta tutti i piatti e i bicchieri sporchi e poi scrive l’importo del conto sulla tovaglia di carta. Quello che vede è quello che si paga. Tutto sommato, è un’esperienza indimenticabile.

Come faccio a sapere il prezzo di ogni piatto?

Se il piatto è ovale o rotondo, ha un prezzo diverso. È possibile vedere le diverse dimensioni dei piatti appesi alla parete con i prezzi indicati.

Qual è la storia di El Tintero?

Tinta” significa inchiostro o colorante (come nel caso dei coloranti). El tintero è la botte dove si tingeva nei tempi passati.

È evidente che questo luogo ha origine dalla tintura di qualcosa. Ma cosa?

Un tempo le reti da pesca erano fatte di filo di cotone. Pertanto, le reti dovevano avere maggiore resistenza e forza. Così, i marinai le portavano a El Tintero. Il Señor de la Torre, il proprietario, tingeva le reti per i marinai. Una volta tinte, le appendevano ad asciugare al sole.

Questa antica usanza di tingere le reti si è “spenta” con la comparsa delle reti da pesca in fibra sintetica. Per il Señor de la Torre arrivò quindi il momento di reinventarsi. Aprì un piccolo bar per marinai. Naturalmente gli diede il nome di “El Tintero”.

Il bar divenne un luogo di ristoro popolare per la gente del posto. Il nipote di 7 anni del proprietario frequentava il locale ogni giorno. Correva per il ristorante gridando i nomi dei piatti che uscivano dalla cucina. I clienti lo trovavano molto divertente. Il nonno se ne accorse e disse alla moglie, che era la cuoca: “Cucina quello che vuoi e noi lo venderemo”. (Questo fu un sollievo per il personale di cucina, dato che all’epoca il livello di alfabetizzazione era basso e leggere gli ordini era un problema per loro). Così cucinarono, e poi i camerieri tirarono fuori i piatti appena cucinati e iniziarono a gridare i nomi dei pesci che portavano. È così che nacque il loro modo unico di servire.

el-tintero-old-photo
L’originale El Tintero costruito sulla sabbia

All’inizio, El Tintero era costruito sulla sabbia della spiaggia. Nel tentativo di mangiare di più ma pagando meno, alcuni abitanti del luogo seppellivano alcuni piatti nella sabbia. Di conseguenza, il proprietario decise di costruire un pavimento in cemento, in modo che non ci fosse più un posto dove nascondere i piatti. Durante la preparazione dell’area per il pavimento, gli operai hanno scoperto circa 4000 piatti sepolti nella sabbia!

Una volta realizzato il pavimento in cemento, i clienti dovettero diventare più creativi nel nascondere i piatti. Una storia memorabile è quella di una donna che è stata fermata all’uscita a causa del modo sospetto in cui camminava. C’era anche del liquido che le colava dalla borsa e dalle pieghe del vestito. Aveva 14 piatti nascosti al loro interno!

Oggi El Tintero è molto frequentato da locali e turisti. Durante l’estate, possono cucinare circa 1000 chili di pesce al giorno! Il momento migliore per mangiare qui è tra le 13.00 e le 16.00. Naturalmente il ristorante è aperto anche la sera fino alle 23:30.

Purtroppo non è possibile prenotare un tavolo. Pertanto, è meglio arrivare prima che dopo. Inoltre, non è raro che le persone in attesa di un tavolo si avvicinino al vostro quando vedono che state finendo. Fa parte dell’esperienza!

E ricordate, se non siete stati a El Tintero, non siete stati a Malaga!

Dove si trova El Tintero?

Non lontano dal vivace centro di Malaga si trova El Palo. Raggiungibile con una delle nostre biciclette a noleggio MALAGA BIKE, El Palo è un accogliente quartiere di pescatori dove è possibile trovare, sì, avete indovinato, pesce! Un sacco di pesce. Troppo da scegliere, in realtà, ed è per questo che El Tintero è un posto così bello!

El Tintero è l’ultimo ristorante sul lungomare di El Palo. È impossibile non notarlo per le sue immense dimensioni. Tuttavia, è più probabile che lo “sentiate” prima di vederlo!

Come si arriva a El Palo?

Noleggiate una delle nostre comode city bike e godetevi una piacevole pedalata di 7 km lungo la costa mediterranea per arrivare a El Palo. El Palo è il prossimo quartiere di pescatori da Pedregalejo. Chiedete al nostro cordiale team di MALAGA BIKE le indicazioni stradali.

Indirizzo del ristorante El Tintero: Av. Salvador Allende, 340, 29017 Málaga

Categories