Racconti di Torremolinos

Torremolinos si trova a soli 13 chilometri dalla città di Malaga. Culla del turismo sulla Costa del Sol, è ancora oggi una destinazione turistica estremamente popolare, soprattutto per gli inglesi e gli olandesi.

Uno dei primi luoghi che viene in mente quando si sente parlare di “vacanze sulla Costa del Sol” è Torremolinos. Probabilmente perché è proprio a Torremolinos che è nato il turismo in questa parte della Spagna. Infatti, è stata tutta un’idea del dittatore Francisco Franco quella di sviluppare il turismo qui alla fine degli anni ’50 e all’inizio degli anni ’60.

La Carihuela Beach in Torremolinos, Malaga

La spiaggia di La Carihuela a Torremolinos, Málaga

Il turismo esisteva già sulle riviere francesi e italiane, così come a San Sebastian, nel nord della Spagna. Il problema di Malaga era che si trattava di un viaggio di due giorni in treno da queste altre destinazioni turistiche. Fortunatamente, però, la “Costabella”, come veniva chiamata la Costa del Sol, aveva un aeroporto tra Torremolinos e Malaga. Esisteva come base di rifornimento per gli aerei dell’Aire Poste che volavano da Parigi a Buenos Aires. In seguito fu trasformato in una base aerea militare spagnola. Nel 1946 iniziarono i voli di linea nazionali e internazionali. Due anni dopo fu inaugurato un terminal dedicato esclusivamente ai passeggeri civili.

Le origini del nome Torremolinos

In spagnolo, Torre significa torre e Molinos significa mulini. Ecco quindi le origini! Nel XVIII secolo nella zona c’era un gran numero di mulini ad acqua. Inoltre, in epoca araba fu costruita una torre di avvistamento chiamata Torre Pimental. La torre fu costruita sulla costa per avvistare pirati e invasori. I mulini ad acqua furono costruiti nelle vicinanze della torre di guardia. Pertanto, era la torre dei mulini di Torremolinos.

Al giorno d’oggi è rimasto solo uno di questi mulini. Tuttavia, la torre secolare è ancora in piedi. La si può vedere alla fine della strada principale, Calle San Miguel, appena prima della scalinata che porta alla spiaggia.

Torre Pimental in Torremolinos, Málaga, Spain

Torre Pimental, una torre di avvistamento di epoca araba, a Torremolinos, Malaga, Spagna

Il primo bagnante “in topless” registrato in Spagna si trovava a Torremolinos.

Nell’estate del 1930, il famoso artista catalano Salvador Dalí e sua moglie Gala visitarono Torremolinos. All’epoca era un tranquillo villaggio di pescatori. Potete quindi immaginare la sorpresa dei pescatori locali quando videro Gala posare in topless per il marito artista sulla spiaggia. In effetti, fu la prima bagnante in topless documentata in tutta la Spagna! L’immagine di Gala in topless è stata immortalata in una statua sul lungomare di Torremolinos.

Statue of Gala, the wife of Salvador Dali, posing topless in Torremolinos, Málaga

Statua della moglie di Salvador Dalì, Gala, in topless a Torremolinos.

I primi anni del turismo a Torremolinos

Come ho già detto, il turismo iniziò a svilupparsi ai tempi della dittatura di Franco. I primi turisti ad arrivare in massa furono gli svedesi. Aerei carichi di stranieri dai capelli biondi e dagli occhi azzurri scendevano a Torremolinos. All’epoca le donne spagnole non indossavano il bikini. Se fosse vietato o se si trattasse di una scelta personale è discutibile. Tuttavia, le turiste indossavano il bikini.

Le señoras più anziane qui a Malaga mi hanno raccontato storie di gite in autobus organizzate per i ragazzi del posto per andare a Torremolinos e stare sul lungomare a guardare tutte le donne straniere poco vestite sulla spiaggia.

Possiamo ringraziare i primi turisti di questa parte della Spagna per il nome che viene dato a noi stranieri. Qui non siamo “gringos”. Ci chiamano “guiris”! A quanto pare, questa parola inventata era ciò che la gente del posto pensava di sentire pronunciare dalle folle di turisti. E questo perché tutti andavano in giro dicendo: Dov’è? Dov’è? Dov’è? Credetemi, se lo dite abbastanza velocemente e spesso sembrerà che stiate dicendo: guiri, guiri, guiri. E ancora oggi siamo tutti guiri.

Gli anni d’oro del turismo a Torremolinos

Nel suo periodo d’oro, Torremolinos era la meta preferita di ogni tipo di personalità, star del cinema e grandi musicisti. Frank Sinatra, Bridgit Bardot, John Lennon, Ingrid Bergman, Ava Gardner, Elizabeth Taylor, Grace Kelly e Ranieri di Monaco, Sophia Loren, Sean Connery e Raquel Welch per citarne alcuni.

L’hotel preferito dai “glitterati” era l’Hotel Pez Espada. Si trattava di un hotel a 5 stelle inaugurato domenica 31 maggio 1959. Per la gente del posto, l’apertura di un hotel a 5 stelle in quello che, all’epoca, non era molto più di un povero villaggio di pescatori, sembrava assurda. Tuttavia, fu un grande successo. Vi si tenevano molti eventi stravaganti per i suoi ospiti illustri. Le sue pareti devono conoscere molte storie di stelle. L’hotel esiste ancora oggi e ha mantenuto il suo stile retrò anche con le moderne ristrutturazioni.

Hotel Pez Espada, where the glitterati stayed in the early days of tourism  in Torremolinos

L’Hotel Pez Espada, dove i glitterati soggiornavano agli albori del turismo a Torremolinos

Una famosa ospite, Brigitte Bardot, tentò di far entrare il suo asino, Romeo, nella sua stanza d’albergo. Frank Sinatra, “famigerato”, ebbe una forte discussione nell’Hotel Pez Espada, fu arrestato e trascorse una notte nelle celle della stazione di polizia di Malaga. Una volta rilasciato, giurò che “non avrebbe mai più visitato questo dannato Paese”.

Street art mural of Frank Sinatra in Torremolinos, Málaga

Murale di street art raffigurante Frank Sinatra a Torremolinos, Málaga

Celebrità spagnole a Torremolinos

Negli anni ’70, Torremolinos era il luogo preferito da celebrità spagnole come Manolo Escobar, Lola Flores, Carmen Sevilla, la Duchessa d’Alba, El Fary e Rocío Jurado. Questi personaggi trasformarono la città in una destinazione di lusso, di classe e cool, con le loro feste e le loro buffonate che riempivano le riviste patinate degli anni ’70.

Passeggiando per la città di Torremolinos, si possono vedere murales di street art che rendono omaggio ai suoi illustri visitatori del passato.

I primi bar gay e lesbici in Spagna

Oltre a essere un pioniere del turismo, Torremolinos è stato un pioniere dell’apertura, con l’apertura del primo bar gay e lesbico in Spagna, La Nogalera. Il bar si trovava non lontano da Pasaje la Begoña. In questa piccola strada a forma di L, tra il 1962 e il 1971 c’erano circa 50 bar gay e locali di musica dal vivo.

Con il boom del turismo, il jet-set internazionale e le celebrità di Hollywood, Torremolinos desiderava dare un’immagine moderna al mondo. Torremolinos divenne un’oasi di libertà per la comunità LGTBI. Anche se all’epoca l’omosessualità era illegale e punibile con il carcere, le autorità chiudevano per lo più un occhio.

Il Pasaje la Begoña divenne famoso a livello nazionale e internazionale, con celebrità di ogni orientamento sessuale che lo frequentavano. John Lennon e il manager dei Beatles Brian Epstein frequentavano alcune delle terrazze del Pasaje la Begoña, così come altre celebrità come Grace Jones e Sara Montiel.

Vecchia immagine del Pasaje la Begoña nel suo periodo di massimo splendore

Purtroppo, questa epoca di libertà finì la notte del 24 giugno 1971. La polizia fece irruzione nella zona. 114 persone furono arrestate e circa 20 bar furono chiusi.

Oggi, a distanza di anni, il governo dell’Andalusia ha dichiarato ufficialmente il Pasaje la Begoña Luogo della Memoria Storica e Culla delle Libertà e dei Diritti delle persone LGTBI. Inoltre, è stato gemellato con lo Stonewall Inn di New York, che subì le incursioni della polizia nel 1969. Oggi Torremolinos è attivamente pubblicizzata dalle autorità locali come città gay-friendly. Nel 2017, Torremolinos ha ospitato il World Pride insieme a Madrid e celebra il proprio Pride Festival ogni giugno. Di fatto, è il terzo Pride Festival più grande della Spagna.

visita la casa de navajas

Negli anni ’20 e ’30, prima del boom turistico, alcune famiglie benestanti scelsero Torremolinos come luogo per avere la loro seconda casa. Per questo motivo, ancora oggi possiamo vedere alcune case ed edifici dall’architettura molto interessante di quell’epoca, come quella della famiglia Navajas.

Casa de Navajas, Torremolinos, Málaga

Casa de Navajas, Torremolinos, Málaga

Lo stile architettonico è il neo-mudejar (nuovo stile arabo), molto popolare in Andalusia in quel periodo. Più simile a un palazzo che a una casa, si trova non lontano dalla spiaggia del Bajondillo (e dal principale ufficio turistico) in C/ Antonio Navajas Ruiz. Oggi viene utilizzato principalmente per matrimoni e altri eventi privati. Vale la pena visitarla per vedere come vivevano i ricchi di allora e per godere delle belle viste dalle terrazze. L’ingresso è gratuito. Chiuso il lunedì e il martedì. Il resto della settimana è aperto dalle 10.30 alle 14.00 e dalle 18.30 alle 22.00.

Omaggio a Pablo Picasso a Torremolinos

Sapevate che il pittore più famoso del XX secolo è nato a Malaga? E che Malaga è l’unica città al mondo ad avere DUE musei di Picasso. (E mentre andate in bicicletta o passeggiate sul lungomare di Torremolinos, non potete non notare l’enorme scultura ispirata al dipinto di Picasso “Due donne che corrono sulla spiaggia”. La statua è stata realizzata dallo scultore Salvador Garcia. Si trova al centro della rotonda di Plaza de Lido, a Torremolinos.

Statue that pays homage to Picasso's painting "Two Women Running On The Beach", Torremolinos, Málaga.

Scultura che rende omaggio al dipinto di Picasso: Due donne che corrono sulla spiaggia

in bicicletta a torremolinos

La città di Torremolinos dista circa 13 km dal centro di Malaga. Naturalmente, vi consigliamo di noleggiare una bicicletta da città o da trekking MALAGA BIKE. Seguite il nostro itinerario in bicicletta verso ovest che non solo vi porta lungo la costa mediterranea, ma anche attraverso una riserva naturale e il ponte di legno più lungo d’Europa!

Il ponte di legno più lungo d’Europa sul fiume Guadalhorce, Malaga

Una volta arrivati a Torremolinos, godetevi una pedalata lungo la pista ciclabile per qualche chilometro. Ci sono molti bar tipici sulla spiaggia che servono i famosi piatti di pesce locali. Inoltre, i primi bar sulla spiaggia sono più che altro cocktail bar per rilassarsi, spesso con DJ o musica dal vivo nei mesi estivi. La città di Torremolinos si trova sopra la costa. Si può quindi scegliere di salire in bicicletta su una collina un po’ ripida o di chiudere la bicicletta sul lungomare e salire a piedi o con l’ascensore. La via principale della città si chiama Calle San Miguel. La fine della strada termina in un’ampia zona pedonale ricca di negozi e bar.

Se si desidera proseguire sul lungomare, si raggiunge La Carihuela. Si tratta di un caratteristico quartiere di pescatori dove si trova il famoso Hotel Pez Espada. Questa zona è molto popolare tra gli olandesi, per cui vi si trovano alcuni ristoranti e negozi olandesi.

Come arrivare a Torremolinos con i trasporti pubblici

Se non avete voglia di andare in bicicletta a Torremolinos, non preoccupatevi, è molto facile raggiungerla con i mezzi pubblici.

In treno

Prendete il treno Cercanias della linea C1 dalla stazione Malaga Centro Alameda, che si trova a soli 5 minuti a piedi dal negozio MALAGA BIKE. I treni passano ogni 20 minuti e il viaggio dura circa 20 minuti. Una volta usciti dalla stazione di Torremolinos, vi troverete nella città vera e propria, non lontano dalla via principale Calle San Miguel. (Consiglio utile: non è necessario acquistare il biglietto del treno. È sufficiente scansionare una carta di debito per entrare nel binario e poi scansionarla di nuovo per uscire).

In autobus

Proprio dietro il negozio MALAGA BIKE, si trova la stazione degli autobus secondari in Avda. Manuel Agustín Heredia. Gli autobus passano regolarmente e il viaggio dura circa mezz’ora. Una volta arrivati a Torremolinos, l’autobus vi lascerà in città. Se volete visitare la spiaggia, dovete scendere le scale alla fine di Calle San Miguel o prendere l’ascensore.

Ogni città dell’Andalusia celebra la propria fiera o “feria”. La feria è di solito una festa che dura una settimana e che prevede canti, balli e bevute per le strade. Inoltre, è tipico vedere la gente del posto vestita con i loro abiti tradizionali e che gira a cavallo per la città. A Torremolinos si tiene una romeria, una sfilata di carovane gitane. La feria di Torremolinos si chiama Fiera di San Miguel. Si tiene tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre. Tuttavia, ci sono molte altre feste durante tutto l’anno.

La Romeria durante la Fiera di San Miguel a Torremolinos Foto: Turismo Torremolinos